L’accordo per evitare lo shutdown? Il Congresso “patteggia” 1,3 miliardi per il muro con il Messico

di Redazione

L’intesa bipartisan dovrà essere approvata da camera e senato e ottenere la firma del presidente entro il 15 febbraio

Secondo i media americani, il Congresso avrebbe raggiunto un accordo per evitare un nuovo shutdown. Il gruppo di negoziatori bipartisan sarebbe riuscito a trovare un compromesso per approvare il prossimo budget finanziario. L'accordo arriva dopo mesi di trattative che hanno visto il blocco delle attività amministrative più lungo della storia americana dopo che, lo scorso dicembre, Trump non era riuscito a ottenere i 5,7 miliardi richiesti per il finanziamento del muro al confine con il Messico.

Da quanto emerge dalle fonti congressuali citate dalla Cnn, l'intesa prevederebbe 1.375 milioni di dollari per finanziare una barriera al confine con il Messico, fatta di reticolati. Il negoziato sembrava essere a un punto morto con i repubblicani che reclamavano i soldi per il muro e i democratici che chiedevano un tetto sui migranti detenuti, per dirottare le risorse sui veri criminali.

L'accordo per evitare lo shutdown? Il Congresso

Ansa |

Nonostante non ci siano ulteriori dettagli sull'ipotetica intesa, uno dei negoziatori, il senatore Richard Shelby, ha dichiarato: «Abbiamo un accordo su tutto». Le dichiarazioni di Shelby seguono quelle di un altro democratico coinvolto nelle negoziazioni che l'11 febbraio aveva detto: «Siamo molto, molto vicini a un'intesa». 

Resta da capire se l'accordo otterrà il sostegno del presidente Donald Trump. L'intesa deve ora passare al vaglio di Camera e Senato e arrivare sul tavolo del presidente americano per la firma entro entro venerdì 15 febbraio quando, alle 24 ora di Washington, le 7 del mattino in Italia, è fissato il termine ultimo per evitare un nuovo shutdown. Trump, vistosi negare il muro, potrebbe ora ricorrere a un ordine esecutivo per ottenerlo.