Salvini e il filosofo: il nuovo duello Italia – Francia sui social

di Redazione

Il filosofo francese Bernard Henry-Lévy ha definito Salvini un «personaggio inquietante», poi l’ha sfidato a parlare della «memoria dell’Italia che sta profanando»

«Salvini è un personaggio inquietante» aveva affermato Bernard Henry-Levy durante un'intervista su Skytg24. Lo scontro prosegue su Twitter, in un botta e risposta tra il ministro degli Interni e il filosofo francese.

https://twitter.com/statuses/1103592201005744128

Bernard Henry-Levy, che in Francia viene soprannominato «BHL», risponde con un tweet lanciando una sfida: «Lei mi invita a preoccuparmi di cosa succede in Francia. Io la invito a preoccuparsi dei crimini commessi da Putin, che la finanzia. Della memoria dell'Italia che lei sta profanando. Dell'affogamento promesso ai bambini migrante. Parliamone. Ideologia contro ideologia. Ci sta?»

https://twitter.com/statuses/1103947673307136001

Ospite di Sky TG24 Mondo il filosofo e consulente del presidente francese Emmanuel Macron, aveva affermato, in riferimento a Salvini, che «Chi accetta denaro da Mosca non è un vero patriota», aggiungendo che il vicepremier italiano «Dice di non essere fascista o di non essere serio quando dice frasi su Mussolini. Ora qualcuno gli crede, ma un giorno potremmo dire ‘Attenzione, avrei dovuto prenderlo sul serio’».

Matteo Salvini aveva risposto alle accuse invitando Bernard Henry-Levy a occuparsi di quello che sta succedendo in Francia, facendo un chiaro riferimento al movimento anti-governativo dei gilet gialli. Il filosofo ha invece deciso di rincarare la dose. Personaggio ultra mediatico e controverso in Francia, il pensatore liberale si trovava in Italia per una tappa della tournée del suo spettacolo teatrale Looking for Europe. Il suo monologo-comizio vuole «salvare l'Europa dai populismi».