Le prime immagini dall’interno della cattedrale di Notre Dame dopo l’incendio

Una voragine si apre nel soffitto della navata mentre la cenere cade silenziosa sulle rovine. Le prime foto dall’interno della cattedrale di Notre Dame dopo l’incendio

I pompieri che guardano le rovine della Cattedrale di Notre Dame. Sopra rimane, eterna, una croce mentre una voragine ha sostituito il soffitto di quella che era una delle strutture simbolo della Francia. La cenere cade ancora sulle colonne della parte nord e all’interno della cattedrale. Sono le prime immagini che arrivano da Île de la Cité, l’isola dove sorge Notre Dame, o quello che ne rimane. La struttura è stata divorata da un incendio divampato attorno alle 19 del 15 aprile. Fiamme indomabili che hanno impegnato i vigili del fuoco per ore e che hanno fatto temere il peggio. Il rischio infatti era quello di veder crollare tutto.

Spento l’incendio, restano i detriti, l’incredulità e la tristezza per aver perso in poche ore quasi mille anni di storia. Mentre i leader di tutto il mondo hanno mostrato la loro vicinanza a Parigi, Emmanuel Macron ha promesso di ricostruire la cattedrale, «il prima possibile, si inizia già domani», dice durante una breve visita all’interno di Notre Dame, la cui struttura ha retto nonostante l’incendio durato ore. Davanti alle rovine, il presidente francese si è appellato alla solidarietà patriottica e internazionale:

«Questa cattedrale ha più di 800 anni. Noi abbiamo saputo costruirla e, attraverso i secoli, ingrandirla e migliorarla – ha detto Macron – Per questo vi dico molto solennemente questa sera, ricostruiremo questa cattedrale. Tutti insieme. Fa senz’altro parte del destino francese. Da domani partirà una raccolta fondi nazionale e ben al di là delle nostre frontiere faremo appello ai più grandi talenti, sono molti e verranno sicuramente a contribuire. E noi ricostruiremo Notre Dame, la ricostruiremo perché è quello che i francesi si aspettano».