Lavoro e ambiente: le priorità dei giovani in vista delle europee

di OPEN

Change.org ha lanciato un quesito alle nuove generazioni: quali sono le conquiste che i politici dovrebbero garantire nel prossimo futuro? La risposta è una fotografia dei nostri tempi: un pianeta meno inquinato, un’economia orizzontale e sostenibile, e nessuna disparità salariale tra uomini e donne

La piattaforma di petizioni Change.org ha lanciato un quesito ai giovani italiani in vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio: quali sono i temi che stanno più a cuore alle nuove generazioni e che vorrebbero sottoporre all’attenzione dei partiti in corsa?


Tramite l’iniziativa #Lamiavoceconta, Change.org è riuscita a intercettare le urgenze di un campione apprezzabile dimillennials, coinvolgendo più di 20.000 utenti in tutto il Paese. Le domande erano relative a tre macroaree: ambiente, economia e lavoro, e diritti delle donne.

Complice anche la figura iconica di Greta Thunberg, la partecipazione maggiore c’è stata sulle questioni ambientali. Ma l’ecologia si è legata in maniera diretta anche agliinvestimenti economici auspicati: secondo la maggior parte delle persone che hanno partecipato, la green economy è l’unico modello possibile per il futuro del pianeta.

L’ambiente

Oggi 19 aprile i giovani studenti italiani saranno in piazza per manifestare contro il riscaldamento globale. A ispirarli è stata la giovane attivista svedese, fondatrice del movimento #FridaysForFuture, che sarà presente alla manifestazione prevista a piazza del Popolo, a Roma.

Lavoro e ambiente: le priorità dei giovani in vista delle europee foto 1

Grafico dalla petizione #Lamiavoceconta di Change.org

Nella sezione “Ambiente” della petizione #Lamiavoceconta, gli utenti potevano esprimere le preferenze su diverse questioni relative all’ecologia e alla sostenibilità. Il 73,3% dei votanti ha riconosciuto che i politici dovrebbero impegnarsi prima di tutto per fermare il cambiamento climatico.

Ma anche lo stop alla plastica monouso e all’inquinamento atmosferico, così come un impegno maggiore per salvare le api dall’estinzione, sono risultate questioni centrali. Non a caso, una delle petizioni di maggior successo sulla piattaforma negli ultimi mesi è stata quella lanciata dal movimento Fridays fo Future, che ha raccolto oltre 170mila firme.

L’economia e il lavoro

L’idea che l’ambiente e il lavoro siano due mondi incompatibili appartiene a un’altra era. Oggi, per chi ha meno di trent’anni,secondo quanto traspare dal sondaggio, i due aspetti per i giovani rappresentano le due facce della stessa medaglia.

Lavoro e ambiente: le priorità dei giovani in vista delle europee foto 2

Grafico dalla petizione #Lamiavoceconta di Change.org

Il 70,9%dei partecipanti, infatti, ha ritenuto prioritario un investimento della politica nell’economia sostenibile, dimostrando che la ricerca di un’alternativa allo sfruttamento intensivo della terra è oramai un interesse di massa.

I diritti delle donne

Per quanto riguarda l’altro grande tema, quello dell’eliminazione definitiva delle disparità di genere, al centro dell’interesse giovanile c’è la riduzione del gap salariale tra uomini e donne.

Secondo il 68% dei votanti è necessario che la politica intervenga per estendere i tempi di denuncia nei confronti delle violenze – fondamentali soprattutto quando si ha a che fare con una donna non economicamente indipendente..

Lavoro e ambiente: le priorità dei giovani in vista delle europee foto 3

Grafico dalla petizione #Lamiavoceconta di Change.org

Anche da questo punto di vista, la tutela delle donne e l’emancipazione salariale, per i millenials,devono andare di pari passo per garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.

Leggi anche