Fazio trasloca e va su Rai2. Effetto europee?

Il conduttore avrebbe incontrato il direttore di Rai2 Carlo Freccero per parlare di una possibile messa in onda di «Che tempo che fa» in prima serata sul secondo canale della Rai

Matteo Salvini aveva assicurato di non avercela con lui, di volerlo in tv 365 giorni l’anno, ma una delle prime notizie che arriva all’indomani delle elezioni europee ha per protagonista Fabio Fazio, uno dei nomi più pronunciati dal vicepremier leghista durante la campagna elettorale: Che tempo che fa non sarà più in prima serata su Rai 1, ma il conduttore trasloca sul secondo canale della Rai.

Voci di un possibile trasferimento si erano diffuse ancor prima delle elezioni, ma la decisione, secondo indiscrezioni, sarebbe stata presa dopo un incontro a Milano tra Fazio e Carlo Freccero, direttore di Rai2.

«Trovo immorale che ci siano stipendi pagati da un’azienda pubblica che arrivano a milioni di euro, vale per Fazio, ma anche per gli altri», aveva detto Salvini. Eppure, quello di Fazio è stato l’unico programma in prima serata disertato dal ministro dell’Interno onnipresente in una campagna elettorale che l’ha visto vincitore.

Una polemica che era valsa al conduttore la cancellazione in anticipo delle ultime tre puntate di Che fuori tempo che fa. «Nessuna epurazione, lasciamo spazio ai programmi in vista delle europee», era stata la giustificazione della rete, ma l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, non aveva nascosto la sua irritazione.

Nonostante Salvini abbia sempre negato un’antipatia personale per il conduttore e la Rai abbia sempre sminuito l’epurazione, quella di Fazio sembra essere la prima testa a rotolare dopo le elezioni europee che hanno visto la Lega affermarsi come primo partito in Italia. La notizia del cambio di rete suona ancora più strana se consideriamo che arriva dopo un eccellente risultato dell’ultima puntata di Che tempo che fa: 3 milioni 877 mila spettatori, share del 16,32%.

Leggi anche: