Niente Salvini, solo gattini. L’estensione di Google Chrome che sostituisce il volto del vicepremier

Un gatto al posto di ogni foto del vicepremier. Dopo gli striscioni, la contestazione passa attraverso qualche riga di codice

I contestatori della rete più affezionati si ricordano le vecchie campagne. Nel maggio 2015 Gattini su Salvini, nell’agosto 2016 invece Dratini su Salvini. Il meccanismo era sempre lo stesso: riempire la bacheca Facebook di Matteo Salvini con foto di tenere creature. Prima felini, ripresi in qualsiasi tipo di posizione, poi Dratini, il Pokémon di prima generazione che evoluzione dopo evoluzione si trasforma in un Dragonite.

Ora qualcosa di diverso. L’utente Michele Riva ha lanciato su Google Chrome il Salvini-Blocker. Si tratta di un’estensione che sostituisce tutte le immagini del vicepremier con foto di gatti. Gli animali sono ripresi in più pose, dagli scatti più classici fino a quelli con in mano un fucile o un giornale. Il motivo per cui è nata questa estensione è ben specificato nella descrizione: «Per tutti quelli che non ce la fanno più a vedere Salvini che si ingozza di ogni tipo di cibo ogni giorno».

L’ultimo aggiornamento risale al 2 febbraio. Non sono molti gli utenti che hanno lasciato una recensione ma quelle pubblicate sono piene di entusiasmo: «Fantastica! adesso posso vedere ancora più gattini!». In effetti l’estensione funziona discretamente bene e riesce a riconoscere quasi tutte le immagini di Salvini. Su GitHub è stato pubblicato il codice dell’estensione. Se sapete smanettare un po’, potete non solo cambiare le immagini con cui sostituire Salvini, ma modificare anche il soggetto da eliminare dalle vostre ricerche.

Leggi anche: