Prima messa a Notre-Dame dopo l’incendio: elmetto obbligatorio

Solo una trentina di persone sarà ammessa alla celebrazione che si potrà seguire in diretta tv su Kto, il canale televisivo cattolico di Francia

Dopo l’incendio del 15 aprile, la Cattedrale di Notre-Dame riapre per una messa questo pomeriggio, alle 18.00. Per ragioni di sicurezza, non potranno partecipare i fedeli, ma solo un piccolo gruppo di sacerdoti e laici (circa 30 persone) che dovranno indossare il casco da cantiere. La data scelta è simbolica: il 15 giugno si celebra, infatti, la festa della Dedicazione della cattedrale. Notre-Dame.


La funzione sarà celebrata in una cappella in fondo alla cattedrale, risparmiata dalle fiamme, dall’arcivescovo di Parigi monsignor Michel Aupetit e si potrà seguire in diretta tv su Kto, il canale televisivo cattolico francese.

Secondo il presidente Emmanuel Macron la Cattedrale sarà ricostruita entro 5 anni. Con un tweet, il numero uno dell’Eliseo ha ricordato oggi il lavoro dei pompieri impegnati a spegnere il rogo due mesi fa.

L’incendio aveva distrutto la guglia ottocentesca che sovrastava la Cattedrale e parte della volta del transetto che era crollata all’interno: ogni giorno tra i 60 e i 150 operai si alternano nel cantiere.

Dopo la tragedia, molti benefattori e titolari di società avevano annunciato donazioni private per finanziare la ricostruzione, per un totale di oltre 800 milioni di euro. Secondo il quotidiano Le Monde però solo il 9% è stato effettivamente versato.

Leggi anche: