Mattarella in visita a Salisburgo: manifestanti chiedono libertà per Rackete

«Libertà per Carola» e «Siamo tutti antifascisti» scandiscono in italiano i manifestanti

Sotto la casa natale di Mozart, a Salisburgo, un gruppo di manifestanti si è radunato per chiedere la liberazione di Carola Rackete, la comandante della Sea Watch in arresto in Italia dal 30 giugno. In quell’edificio è prevista oggi 2 luglio la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

ANSA

Proprio in queste ore, Carola attende la risposta del gip di Agrigento per lo speronamento alla nave della Guardia di Finanza. Al grido di «Libertà per Carola» e «Siamo tutti antifascisti» (rigorosamente in italiano), una quarantina di persone aspetta l’arrivo di Mattarella in maniera pacifica, mentre un cordone di Polizia controlla l’ingresso. «Sono persone come lei a fare l’Europa», dicono.

ANSA

I manifestanti specificano che non si tratta di una contestazione al presidente della Repubblica, ma una richiesta di intervenire: «Come capo dello Stato può sicuramente fare qualcosa», spiegano. Qualche slogan si alza invece contro Matteo Salvini, promotore del decreto sicurezza bis, che fin dal primo giorno della richiesta di aiuto della SeaWatch 3 si era detto contrario allo sbarco.

ANSA

Sullo stesso tema:

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev