Carola Rackete trasferita in un «luogo sicuro». La portavoce della Sea Watch: «Ci sono state minacce»

Dopo il provvedimento del Gip che non ha convalidato il suo arresto, la capitana era rimasta ospite in una casa di Agrigento. Poi il trasferimento questa notte

La comandante della Sea Watch 3, la tedesca Carola Rackete, è stata trasferita questa notte in «luogo sicuro», dopo che le sono state rivolte delle minacce. La capitana, riporta l’Agi, si trovava ospite in un’abitazione di Agrigento.

La portavoce della Ong tedesca, Ruben Neugebauer, non ha voluto precisare dove sia stata trasferita Rackete, che il prossimo 9 luglio dovrà essere interrogata dai pm di Agrigento nell’ambito dell’inchiesta che la vede indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

«Ci sono state alcune minacce», ha chiarito la portavoce della Sea Watch da Berlino. Al momento comunque la 31enne: «Sta bene», avrebbe lasciato il territorio agrigentino, ma non è chiaro se si trovi ancora in Italia.

Leggi anche: