Calci e pugni al comizio di Salvini: il video integrale che incastra i tre aggressori – Esclusiva

«Vai a rompere i cogli**i da un’altra parte comunista di me**a»: prima gli insulti, poi il pestaggio. Per la prima volta il video integrale dell’aggressione di Cremona

C’è un video integrale dell’aggressione ai danni di un ragazzo che, lo scorso 3 giugno, ha esposto una sciarpa con la scritta «Ama il prossimo tuo» al comizio di Matteo Salvini in piazza Roma a Cremona, in vista del voto per il ballottaggio che ha visto poi perdere il candidato di centro-destra, Carlo Malvezzi.

Gli insulti, poi il pestaggio

Come si vede chiaramente dal filmato (del quale abbiamo oscurato solo il volto della vittima, ndr), il giovane viene insultato e preso di mira per la sua semplice presenza: «Abbassa quel ce**o di scritta», «Vai a rompere i cogli**i da un’altra parte», «Comunista di me**a, vaffanc**o».

Poi si vedono arrivare due uomini che, prima provano a strappargli la sciarpa, poi lo aggrediscono in mezzo alla folla che non sembra prendere le difese della giovane vittima. A un certo punto spunta un terzo soggetto che, da dietro, colpisce alla nuca il ragazzo. Qualcuno prova a fermarlo ma ormai è troppo tardi.

«Lasciatelo da solo, poverino, un applauso al comunista»

Solo al «fermi, fermi» la situazione torna quasi alla normalità. A scongiurare il peggio è stato l’arrivo di tre agenti della polizia municipale in borghese (come confermato a Open da fonti qualificate). Intanto il leader della Lega dal palco, aizzando ancora di più la folla, tuona: «Lasciatelo da solo, poverino, un applauso al comunista».

Due simpatizzanti di Forza Nuova denunciati

Le ultime informazioni su questa vicenda parlano di due ragazzi denunciati per l’aggressione di Cremona: si tratta di simpatizzanti di Forza Nuova (non si sa con certezza se siano effettivamente iscritti al movimento politico di estrema destra, ndr). Nello specifico, sono un 19enne e un 43enne, entrambi di Cremona: in corso ulteriori accertamenti da parte della Digos per identificare la terza persona che ha preso parte al pestaggio (e che è visibile dal video pubblicato oggi da Open).

Leggi anche: