Francia: autista italiano si tatua una “dedica” a Hitler. Flixbus lo licenzia

«Non lavorerà più sulle sulle nostre linee» ha detto il portavoce della compagnia

La compagnia di pullman low cost Flixbus ha escluso dalle sue linee un autista italiano. Il motivo è una scritta tatuata sul suo avambraccio: Mein Kampf come il titolo del celebre libro di Adolf Hitler.

La decisione è arrivata dopo un’ondata d’indignazione lanciata su Twitter in seguito alla denuncia di un passeggero.

L’autista, dipendente di un’azienda italiana che lavorava sotto contratto per Flixbus, ha avuto il ben servito da parte della compagnia una volta arrivato a Bergamo, dopo essere partito da Tolosa.

Lo ha confermato ad Afp (Agence France Press, ndr), Raphael Daniel, portavoce di Flixbus. «Non lavorerà più sulle sulle nostre linee», ha dichiarato.

Flixbus ha preso la decisione anche per rimediare a una prima risposta su Twitter alla denuncia del passeggero che non era piaciuta agli utenti.

L’azienda si era detta «orgogliosa di essere una multinazionale con un team multinazionale e autisti di tutti i settori culturali che lavorano per noi, quindi non accettiamo alcuna discriminazione di origine o religione nei confronti dei nostri clienti o dipendenti».

Il portavoce ha poi ritrattato la dichiarazione, definendola «sfortunata» e frutto di una «interpretazione errata» in quanto la società intendeva dimostrare zero tolleranza per fenomeni simili.

Leggi anche: