Il primo messaggio di Luca Parmitano dallo spazio è una dedica: «Nuvole mozzafiato, eteree e quasi irreali»

L’astronauta è il primo di nazionalità italiana a tenere il comando nella Stazione spaziale internazionale

La missione “Beyond” entra nel vivo. «Che viaggio incredibile, La Soyuz è davvero un veicolo straordinario: prestazioni impeccabili». Luca Parmitano, astronauta italiano dell’Agenzia spaziale europea, è arrivato sulla Stazione spaziale internazionale. Non è la prima volta per lui: nel 2013 c’era arrivato con la missione “Volare”.

Il 20 luglio, data di partenza della nuova missione, “AstroLuca” è decollato con una responsabilità maggiore: avrà lui il comando della Stazione spaziale internazionale. Ed è il primo astronauta italiano a coprire questo incarico. «Luca – ha spiegato l’Esa – lavorerà su una serie di esperimenti e tecnologie che ci aiuteranno a fare passi avanti nello spazio».

«Il primo panorama che ho visto dall’orbita è stato il migliore possibile: nuvole notturne mozzafiato, eteree e quasi irreali», ha scritto Parmitano, commentando il tweet con cui la Nasa mostra il lancio del 20 luglio scorso. Insieme all’astronauta italiano viaggiano anche l’americano Andrew Morgan e il russo Alexander Skvortsov.

Leggi anche: