Chiuso 8chan, il forum dove l’attentatore di El Paso ha pubblicato il suo “manifesto”

Nato da una costola di 4chan, l’idea del sito era quella di garantire a tutti libertà di parola. Nel corso del tempo alcune sezioni si sono trasformate in luoghi pieni di contenuti violenti

«Grazie mille Cloudflare. Finalmente questo incubo può avere una fine». Sono queste le parole che hanno segnato la fine di 8chan, il forum in cui Patrick Crusius ha pubblicato un manifesto contro l’immigrazione prima di entrare in un centro commerciale di El Paso e uccidere 21 persone.

A pronunciarle in un’intervista al New York Times è Fredrick Brennan, il giovane programmatore, classe 1994, che nel 2013 quel forum l’aveva fondato. Cloudfare è una società che si occupa di servizi di sicurezza informatica.

Il colpo di grazia è arrivato il 4 agosto, il giorno dopo la strage. Il forum creato da Brennan era migrato sui server di Voxility, una compagnia di servizi web con sede a San Francisco. Un’operazione non condivisa dall’azienda, visto che è stata portata avanti da Epik un’altra società che aveva “a noleggio” dei server di Voxility.

Risultato? Il sito non è più raggiungibile. Voxility ha tagliato Epik dai suoi server. Una scelta applaudita da molti. Il caso dell’attentatore di El Paso è stato solo l’ultimo di una serie di episodi simili tra loro. Qualcuno posta il suo manifesto, annuncia una strage e lascia pure un link per seguirla in diretta streaming.

8chan, il «pozzo nero dell’odio» nato in nome della libertà di parola

Un portavoce di Cloudflare ha definito 8chan un «pozzo nero dell’odio». Tecnicamente questo sito, conosciuto anche come Infinitechan (basta girare il simbolo 8) è un imageboard, un forum che funziona soprattutto attraverso la condivisione di immagini.

Come si può intuire dal nome, è nato dalla costola di un luogo del web molto più noto: 4chan. Questo forum ha fatto la storia dell’era moderna di internet. Qui hanno cominciato a circolare i primi meme e qui sembra siano partiti i primi attacchi della rete Anonymous.

Allo stesso tempo il forum è stato più volte al centro di scandali. Uno degli ultimi è stato quello legato alle foto private di attrici statunitensi, rilasciate proprio in una delle sue pagine. Senza contare che certe sezioni del forum, come la famigerata /b/ una pagina senza moderatori.

Nel 2013 Fredrick Brennan ha lasciato il forum con altri utenti per aprire 8chan. Il suo obiettivo era creare uno spazio ancora più libero, senza moderatori. Se quasi tutte le sezioni di 4chan hanno un moderatore infatti, in 8chan è l’autore stesso del post a moderare la discussione. Se poi la discussione resta inattiva per una settimana il suo ruolo può essere preso da qualsiasi altro utente.

Leggi anche: