Russia, esplosione base militare. Nyt: «Forse il peggiore incidente nucleare da Chernobyl»

Per l’intelligence statunitense l’incidente sarebbe stato provocato da un test fallito su un missile a crociera a propulsione nucleare

Non sono ancora chiare le dinamiche dell’incidente nucleare avvenuto lo scorso 8 agosto nella base militare della regione di Arkhangelsk, nel nord della Russia.

Sull’incidente che ha provocato sette vittime, di cui cinque scienziati, la Russia ha fatto trapelare poche informazioni, ma secondo l’intelligence statunitense dietro all’esplosione ci sarebbe un test fallito su un missile da crociera a propulsione nucleare.

A rivelarlo sono alcune fonti citate dal New York Times e da Reuters. «Noi abbiamo una tecnologia simile, anche se più avanzata», ha dichiarato il Presidente americano Donald Trump.

Ufficialmente l’agenzia spaziale russa, comunicando la morte dei cinque ingegneri, ha parlato di «una tragedia avvenuta durante i lavori d’ingegneria e manutenzione tecnica delle fonti isotopiche nel motore a propellente liquido».

Il sito della regione di Arkhangelsk è una delle principali strutture di ricerca e sviluppo per la Marina russa, dove vengono sviluppati e testati missili balistici, intercontinentali e da crociera. Si trova a circa 30 chilometri a ovest della città di Severodvinsk, che ospita un’importante base della Flotta del Nord dove vengono costruiti la maggior parte dei sommergibili nucleari russi.

«L’esplosione ‘Skyfall’ russa ha creato preoccupazione per la qualità dell’aria vicino all’impianto e molto più in là. Non è un bene!», scrive Donald Trump su Twitter. L’intelligence americana sta cercando di raccogliere informazioni per capire la misteriosa esplosione che ha rilasciato radiazioni. Il timore, secondo il New York Times, è che si tratti del peggiore incidente nucleare da Chernobyl.

Leggi anche: