Esclusivo – Accordo vicino. Domani il vertice a tre. Di Maio e Franceschini vice (e tornano a Lavoro e Cultura). Tecnico a Interni e forse Esteri

di OPEN

Il Conte 2 è ai dettagli finali, quasi tutti superati gli scogli sui ruoli e i ministeri

Le cose sono andate molto avanti, nella trattativa tra Conte e le forze politiche. Dopo i segnali di ieri sul programma c’è anche una solida ipotesi di squadra di governo. Chiaro: mancano ancora molti passaggi cruciali.

Il primo sarà l’incontro ConteDi MaioZingaretti che dovrebbe svolgersi domani a metà giornata, dopo che il premier incaricato avrà ultimato le due consultazioni e con le rappresentanze dei terremotati.

Poi – questo è un elemento inedito – il premier incaricato si rivolgerà ai parlamentari del M5s, con un intervento che andrà in diretta Facebook, evidentemente anche in vista del voto della piattaforma Rousseau.

La consultazione online degli iscritti al Movimento è in programma domani pomeriggio oppure, se i tempi slitteranno col lavoro di Conte, martedì. L’ultimo passaggio, non solo formale, sarà ovviamente il confronto finale con Sergio Mattarella al momento di sciogliere la riserva.

A quel che Open ha potuto sapere, il M5s tiene duro sulla richiesta di Di Maio vicepremier con la delega al lavoro. In ogni caso il Pd proporrà Dario Franceschini vice premier con il ministero dei beni culturali.

Per ognuno dei due quindi un elemento di continuità con la rispettiva ultima volta al governo. Si prospetta una doppietta di tecnici per Interni ed Esteri (la suggestione è per due donne, Lamorgese e Belloni).

L’Economia potrebbe andare alla fine a Gualtieri, oggi eurodeputato Pd: la tentazione di mettere anche lì un tecnico cozza con la conseguente eccessiva “spoliticizzazione” del governo.

E infatti se all’Economia restasse Tria o finisse un altro tecnico, il Pd indicherebbe un suo uomo (o donna) per gli Esteri. Bonafede resterà alla Giustizia e la Grillo alla Sanità. E LeU? Alla fine avrà un ministero. Fin da subito molto consenso per la Muroni all’Ambiente.

Leggi anche: