Francia, il ministro degli Esteri Le Drian apre all’Italia: «Ora rapporti più positivi». Di Maio prepara già l’incontro

La dichiarazione arriva dopo i mesi di tensione durante il governo gialloverde

«In Italia c’è un nuovo governo che appare più determinato ad avere con la Francia rapporti più positivi – ha detto il capo della diplomazia francese alla radio Europe1 – Ho scritto al mio nuovo collega Di Maio. Dopo quello che è successo, speriamo di avere relazioni più costruttive». A pronunciare queste parole è il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, auspicando un clima di distensione con il neo capo della Farnesina.

La risposta della Farnesina è arrivata subito: «Il ministro Luigi Di Maio ha espresso la volontà di incontrare al più presto il suo omologo francese per discutere in modo positivo e costruttivo delle comuni sfide a livello europeo ed internazionale», dicono dal ministero degli Esteri.

La mano è stata tesa dalla Francia dopo mesi di rapporto non proprio idilliaci con i cugini d’oltralpe: numerosi sono stati i momenti di tensione fra Italia e Francia durante il governo gialloverde.

Uno dei motivi di scontro è stato il tema dell’immigrazione – su cui si erano scatenate le polemiche anche per alcune affermazioni del vicepremier nell’ambito sul colonialismo francese e per aver definito Emmanuel Macron “sfruttatore d’Africa”.

Poi c’è stato il capitolo “gilet gialli“: in questo frangente al presidente francese non era piaciuto l’incontro avuto a febbraio dal capo politico del M5s con i leader del movimento che per settimane aveva gettato nel caos la capitale francese. Il duro scontro aveva portato al ritiro dell’ambasciatore francese a Roma.

Per tentare di mitigare i dissapori tra le due forze europee, Le Drian ha allora fatto presente che «ora c’è la volontà di agire insieme in seno all’Unione europea», e spera in un incontro a breve con l’omologo italiano.

Leggi anche: