Vaticano, si avvicina uno scandalo finanziario? Le carte de “L’Espresso”: i sospetti dopo la sospensione di 5 dipendenti

L’indagine avviata per ordine di Papa Francesco avrebbe portato alla sospensione di cinque persone dagli uffici della Santa Sede. Fra questi, anche un monsignore

L’esclusiva è de L’Espresso mentre la firma è quella di Emiliano Fittipaldi, giornalista che negli ultimi anni si è occupato spesso degli scandali che avvengono all’ombra di S. Pietro. Secondo il settimanale di inchieste e approfondimenti, questa mattina il Corpo di Gendarmeria avrebbe «sospeso cautelativamente dal servizio» cinque persone.

Fra queste ci sarebbero due dirigenti degli uffici della Segreteria, Vincenzo Mauriello e Fabrizio Tirabassi, un’addetta all’amministrazione, Caterina Sansone, e altre due figure rilevanti del Vaticano: monsignor Mauro Carlino, a capo dell’Ufficio Informazione e Documentazione della Segreteria di Stato e Tommaso Di Ruzza, direttore dell’Autorità d’Informazione Finanziaria.

Un provvedimento che arriverebbe dopo un’indagine approfondita sulle operazioni finanziarie condotte negli ultimi anni dagli uffici della Segreteria di Stato. L’indagine è solo agli inizi ma, secondo alcune fonti de L’Espresso, riguarderebbe alcune compravendite di immobili dal valore di milioni di euro, in particol modo sul mercato di Londra.

Oltre a questo gli investigatori starebbero analizzando anche i flussi finanziari dei conti su cui viene depositato l’Obolo di S. Pietro, l’offerta di beneficienza che i fedeli versone al papa per le opere di carità verso le missioni della Chiesa.

Leggi anche: