Così polizia e carabinieri hanno reso omaggio a Pierluigi e Matteo – Le immagini

Volanti dispiegate a sirene accese per ricordare i due agenti di polizia uccisi durante una sparatoria nella Questura di Trieste

Da Roma a Milano, da Lamezia Terme a Bologna. Le forze dell’ordine omaggiano così i due agenti di polizia uccisi durante una sparatoria nella Questura di Trieste.

Milano

Come scrive il Sap di Milano, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del capoluogo lombardo, con un gesto spontaneo nato tra i colleghi del turno di notte, hanno sfilato davanti alla Questura, suonando le sirene e stringendo la mano al piantone.

Bologna e Lamezia Terme

Le gazzelle dell’Arma dei Carabinieri di Bologna, invece, hanno raggiunto la Questura e, dopo aver parcheggiato davanti all’ingresso, hanno acceso le sirene per alcuni minuti.

Anche i carabinieri della compagnia di Lamezia Terme hanno reso omaggio a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego fermandosi con le auto di servizio con le sirene accese davanti al commissariato di Polizia. I carabinieri, accolti dal saluto militare degli agenti, sono poi entrati nel cortile del commissariato ed hanno deposto una corona di fiori al monumento ai caduti della Polizia.

Roma

Le volanti della polizia, dispiegate a sirene accese, hanno salutato i due agenti di Trieste davanti all’Altare della Patria a Roma. Dopo c’è stato l’omaggio dei carabinieri, guardia di finanza e polizia locale davanti la Questura della Capitale e al Viminale.

Leggi anche: