Inter, la bollente telefonata tra Spalletti e Marotta: «Se date 12 milioni a Conte…»

Sbuca un nuovo retroscena sui motivi che hanno portato l’allenatore a dire No al Milan

Il giorno di Stefano Pioli al Milan è arrivato. Oggi firma e ufficialità ma, intanto, trapelano nuove indiscrezioni sul mancato accordo tra i rossoneri e Spalletti. Che, due giorni fa, sembrava cosa fatta. Il perché è noto. L’Inter non ha accettato di versare la buonuscita chiesta dall’allenatore ‘limitandosi’ a offrire tre mensilità per una cifra intorno ai 2 milioni di euro. Spalletti chiedeva più del doppio, e il Milan non ha voluto colmare la distanza economica sorta tra le parti

Linea calda

Spalletti si è trovato costretto a dire ‘No’ e, secondo quanto riportato da ‘La Stampa‘, ci sarebbe stata una telefonata di fuoco tra l’allenatore e Beppe Marotta, l’A.d. dell’Inter al quale l’allenatore toscano avrebbe detto qualcosa del tipo «Se Conte prende 12 milioni, a me dovete darne almeno 5».

La Board dell’Inter, foto Ansa

.Insomma il No al Milan è stato una questione economica, ancor prima di principio. Da una parte e dall’altra. E a nulla è valso un ultimo, estremo tentativo di Spalletti, che avrebbe contattato direttamente Steven Zhang (col quale ha mantenuto un buon rapporto) per liberarsi alle sue condizioni. Nulla da fare. Tutto come prima. E lo Spallettone resta comunque sul libro paga di Suning.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: