Proteste in Catalogna, “El Clasico” potrebbe slittare

Le proteste nella città catalana hanno scombussolato anche il mondo del calcio. La federcalcio spagnola pronta a un rinvio del match tra le due super rivali

Né la Federcalcio spagnola, né la Liga vogliono che il “Clasico” tra Barcellona e Real madrid si giochi sabato 26 ottobre, considerato il clima fortemente a rischio dopo la condanna al carcere dei leader indipendentisti catalani.

L’iniziale richiesta delle autorità calcistiche iberiche di invertire il campo (sabato si sarebbe giocato al Bernabeu, con il ritorno al Camp Nou l’1 marzo) non ha trovato sponda nei due club, ma il governo di Madrid insiste nel non volere che il big match di sabato si trasformi in un palcoscenico di protesta sociale e politica.

Da qui l’ipotesi che si sta facendo strada nelle ultime ore, e rilanciata dal quotidiano Marca, di far slittare il “Clasico” a mercoledì 18 dicembre, in modo da far calmare gli animi e riportare il match nell’alveo del solo interesse sportivo.

L’ipotesi dello slittamento sembrerebbe piaccia al Real e al Barca, anche se il club blaugrana ovviamente preferirebbe giocarlo nel giorno previsto. La data del 18 dicembre non è quella che la Liga ha ipotizzato, scrive Marca, ma in ogni caso è la migliore opzione su quelle sul tappeto. La decisione finale resta nelle mani del comitato per la concorrenza e i due club hanno tempo fino al lunedì per far valere le proprie istanze.

Leggi anche: