Umbria, a pochi giorni dal voto Di Maio e Zingaretti (e Conte?) insieme sul palco. L’ultima mossa per vincere il testa a testa con Salvini

Il leader del Carroccio è convinto della vittoria e attacca Zingaretti e Di Maio: «Hanno fatto un errore clamoroso e lunedì contiamo i voti veri»

A tre giorni dalle elezioni Regionali di domenica 27 ottobre in Umbria Luigi di Maio annuncia a sorpresa un evento congiunto con tutta la coalizione. «Stiamo lavorando in queste ore per un evento domani qui in Umbria con tutti i rappresentanti della coalizione di Governo per spiegare nei dettagli la manovra», ha detto il capo politico del M5S a margine di una visita al cantiere della Terni-Rieti.

«Inviteremo anche il presidente Giuseppe Conte – ha aggiunto -, insieme al segretario del Pd Nicola Zingaretti, al ministro della Salute Roberto Speranza, insieme a chi vorrà partecipare, anche Italia Viva se lo vorrà».

«Dobbiamo spiegare chiaramente – ha aggiunto il ministro Di Maio – che questa è la manovra che mantiene una promessa, non aumenta l’Iva, che abolisce il superticket per la sanità, che istituisce un assegno unico per le famiglie che fanno figli e abbassa il cuneo fiscale».

Così a ridosso di un voto dai connotati altamente nazionali, che si preannuncia un banco di prova per la tenuta del governo, i sondaggi vedono un testa a testa tra la coalizione giallorossa e quella di centrodestra.

Entrambi i candidati delle due formazioni supererebbero il 40% dei consensi, con la favorita del centrodestra, Donatella Tesei, avanti di pochi punti percentuali sull’altro candidato, Vincenzo Bianconi.

Con i sondaggi che vedono il gruppo del Carroccio avanti Salvini è convinto della vittoria: «Fino alla settimana scorsa ho scommesso un caffè sulla vittoria, ora scommetto su una grande vittoria» ha detto il leader della Lega. «D’altronde – continua Salvini – mi metto nei panni, poveretti, di Zingaretti e Di Maio. Hanno fatto un errore clamoroso e lunedì contiamo i voti veri. Per gli umbri – ha concluso Salvini – sarà una giornata eccezionale».

Leggi anche: