Regionali in Umbria, i festeggiamenti (poco sobri) della Lega su Instagram

Fa discutere un post dall’account Instagram del la Lega in occasione della vittoria in Umbria

La Lega “ce l’ha ancora duro”. Almeno stando a quanto pubblicato sul suo account ufficiale su Instagram. Dopo il risultato schiacciante nelle elezioni regionali in Umbria – dove il partito fondato da Umberto Bossi ha raccolto il 57,53% dei consensi contro il 37,50% del suo avversario – non si sono fatte attendere le reazioni dei politici in prima linea.


A partire dal “vero vincitore” Matteo Salvini o meglio, dai gestori della pagina Instagram della Lega che hanno festeggiato in modo altamente allusivo con una post che rimanda – per temi e per sensibilità – alla Lega bossiana e in particolare a un’esultanza priapica fatta dal suo leader oltre vent’anni fa, nel 1996.

«Il riassunto delle Regionali in Umbria»

Un solo commento a corredo di un’immagine che parla da sola, anzi urla da sola. La retorica social della Lega come dell’ex vicepremier Matteo Salvini sembra assomigliare sempre di più per contenuti e per forma a una sorta di chat Whatsapp tra ex compagni di scuola, facendo del suo “realismo” un’arma per conquistare l’elettorato social, che pare gradire.

https://www.instagram.com/p/B4J7cbqowlT/

Il post è ripreso dal profilo Instagram Figli di Putin, un luogo in cui viene condiviso materiale di varia natura, dai post in cui viene beatificato il presidente della Federazione Russa, a quelli in cui viene presa in giro Greta Thunberg, passando da donne in bikini, meme contro la Boldrini, Saviano e Carola Rackete.

Conte Meraviglioso

Se Salvini è il “vero vincitore” delle elezioni regionali in Umbria, per il leader del Carroccio, come per molti altri esponenti della Lega, il vero sconfitto sarebbe invece “Giuseppi”, ovvero Giuseppe Conte, presidente del Consiglio e notaio del nuovo esecutivo giallo-rosso, alla prima prova come alleati alle elezioni in Umbria.

Conte, incalzato dai giornalisti che chiedevano un commento sul risultato delle elezioni risponde citando Meraviglioso di Domenico Modugno. Il protagonista di questa canzone, sull’orlo del suicidio, viene rincuorato dal ricordo di quanto di bello esiste al mondo. Appena prima di togliersi la vita, si tira indietro: «Ho il cielo, ho il mare…».

Leggi anche: