Umbria, Salvini fa quadrato nel centrodestra: «In Umbria vittoria di tutti. Ora tocca all’Emilia»

Il leader del Carroccio ha commentato la vittoria e lanciato una sfida al centrosinistra in vista delle regionali in Emilia Romagna

«Nelle strade c’è un’aria di festa, di gioia, di cambiamento», il giorno dopo il voto elettorale, Matteo Salvini ha commentato così la vittoria del centrodestra in Umbria.


«Vincere con venti punti di distacco, avevo scommesso dei caffè sul più dieci. Il più venti era un obiettivo che mai ci saremmo aspettati», dichiara in conferenza stampa Matteo Salvini con la neo eletta governatrice Donatella Tesei.

Il leader del Carroccio sferra poi un attacco agli sconfitti e in particolare al premier, al quale non ha mai perdonato la battuta sugli elettori umbri che valgono quanto quelli della provincia di Lecce: «Il presidente del Consiglio continua nella sua arrogante opera di distruzione dell’Umbria».

Credits video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev – agenziavista.it

«Il voto di ieri ci dice che la maggioranza non è al governo. Non occorre uno scienziato per capire che l’accordo degli sconfitti tra M5S e il Pd non è la maggioranza del Paese», ribadisce il capo della Lega.

«Abbiamo cinque anni di duro e intenso lavoro. Come Lega passiamo da due consiglieri regionali a otto – continua Salvini-. Sono contento dell’intero centrodestra, ho parlato con Berlusconi e lo ringrazio per i complimenti. Ovviamente è una vittoria della squadra, non si vince mai da soli».

Salvini lancia poi la sfida al centrosinistra in vista del voto in Emilia Romagna previsto per il prossimo 26 gennaio: «Per la prima volta nella storia dopo 50 anni la partita è aperta. L’Emilia è di tutti, non solo degli amici degli amici, non solo del Pd. Dedico questa vittoria agli umbri, agli operai, ai pescatori».

Leggi anche: