La surreale disfida tra i giovani leghisti toscani e Socialisti Gaudenti

Il logo pubblicato (e criticato) sulla pagina di meme non risulta essere presente sulle pagine ufficiali della divisione giovanile del Carroccio toscano

«Oggi la Lega Giovani toscana ha presentato il suo nuovo logo. Noi abbiamo trovato ben quattro errori “storici” (ma immaginiamo ce ne siano altri)». Esordisce così il post della pagina di meme Socialisti Gaudenti in cui viene minuziosamente analizzata la simbologia di questo presunto nuovo logo della Lega Giovani Toscana.

L’immagine in questione, tuttavia, non appare su nessun account ufficiale collegato alla Lega Giovani. Sulla pagina ufficiale della divisione giovanile toscana del Carroccio, infatti, è presente un’immagine molto simile, pubblicata non oggi – 30 ottobre – ma il 16 settembre 2019, e che presenta alcune sostanziali differenze rispetto a quella condivisa da Socialisti Gaudenti.

La differenza principale riguarda la bandiera e lo stemma riportato sullo scudo del guerriero di Legnano, spesso impropriamente accostato alla figura leggendaria – e secondo ricerche storiche mai esistita – di Alberto da Giussano. 

A sinistra il logo della Lega Giovani, a destra il presunto nuovo logo della Lega Giovani Toscana

Le origini del logo della Lega

A introdurre il nome della figura leggendaria di Alberto da Giussano fu la Lega Autonomista Lombarda che, nel 1984, quando depositò ufficialmente l’atto notarile contenente statuto, simbolo ufficiale e descrizione del simbolo, spiegò come il logo fosse «costituito da un cerchio racchiudente la regione Lombardia con all’interno la figura di Alberto da Giussano come rappresentato nel monumento di Legnano».

Il logo della Lega Autonomista Lombarda del 1984

La scelta della figura del guerriero di Legnano

La scelta di questa figura fu decisa dal leader Umberto Bossi e fu legata alla scelta di un personaggio che rappresentasse l’unione dei comuni lombardi nella cacciata dell’imperatore del Sacro Romano Impero germanico Federico Barbarossa.

Umberto Bossi con i manifesti e il logo della Lega Lombarda

L’unione dei comuni lombardi (Lega Lombarda) portò infatti alla sconfitta delle truppe imperiali durante la battaglia di Legnano del 1176, e portò alla conseguente acquisizione di uno stato di indipendenza e autonomia del territorio lombardo rispetto al Sacro Romano Impero.

La statua di Alberto da Giussano a Legnano / Wikimedia

Il logo della Lega Nord

Nel logo della Lega Nord venne inserito il Sole delle Alpi, vessillo della Padania, mentre sullo scudo del guerriero di Legnano venne apposto il simbolo del leone alato andante di San Marco, con spada alzata e zampa su un libro chiuso, rappresentante la città di Venezia, ma altresì la regione Veneto e la Liga Veneta, che confluì nella creazione della Lega Nord nel 1991.

Il logo della Lega Nord

Cosa rappresenta la croce rossa sul guerriero di Legnano?

Nell’immagine riportata attualmente dai canali ufficiali della Lega Giovani non è quindi presente lo stemma del Granducato di Toscana, risalente al periodo della dinastia Asburgo – Lorena, così come non è presente nel corrispettivo vessillo rappresentato nell’immagine.

Quel che è certo è che anche nell’immagine originale della Lega Giovani è presente un espediente grafico che poco ha a che vedere con la simbologia ufficiale della Lega e del guerriero di Legnano, ossia quella che si presume essere la croce rossa di San Giorgio, simbolo di Milano. 

La Lega ha infatti sempre utilizzato, in via ufficiale, la figura stilizzata monocromatica di Alberto da Giussano, e pertanto non è chiaro cosa rappresenti nella trasposizione grafica della Lega Giovani.

Logo Lega Giovani

Le varianti regionali – volutamente fake – del logo della Lega Giovani

Dopo la pubblicazione dell’immagine da parte di Socialisti Gaudenti, sui social si sono moltiplicate le varianti regionali del presunto nuovo logo della Lega Giovani. 

Varianti regionali volutamente fake del presunto nuovo logo di Lega Giovani

Questo farebbe pensare che l’immagine pubblicata da Socialisti Gaudenti non sia altro che il risultato di una modifica dell’immagine originale dei giovani leghisti, salvo che non appaia qualche conferma che tale logo sia davvero apparso sui canali ufficiali della Lega Giovani Toscana per poi essere prontamente rimosso.

Leggi anche: