La Nasa omaggia una nebulosa con il nome del simbolo di Halloween

La stella che l’ha scolpita arde al suo interno, come una candela

È stata battezzata “nebulosa Jack O’ Lantern”, così decisero gli autori dello studio pubblicato nel luglio scorso su The Astrophysical Journal, prendendo in prestito il nome del simbolo di Halloween – la zucca intagliata e scavata che assume espressioni terrificanti.

Così la Nasa, l’agenzia spaziale Usa, ha pensato bene di rilanciarne le immagini, frutto dei dati raccolti dal telescopio a infrarossi Spitzer. Si tratta di una nube cosmica di gas e polveri con le sembianze di una gigantesca zucca spaziale. Si trova in una regione ai confini della Via Lattea.

Che aspetto ha la nebulosa

Il verde e l’arancione sono i colori dominanti della nebulosa; la presenza di due colori differenti è data dal fatto che sia stata ripresa a diverse lunghezze d’onda.

Le regioni più luminose corrispondono a quelle più dense. Le immagini mostrano potenti getti di radiazione e particelle generati da una stella 15-20 volte più pesante del Sole.

Secondo quanto riportato dagli studiosi della Nasa, la stessa stella, per aver provocato potenti emissioni, ha spazzato via gas e polveri circostanti, scavando nella nebulosa profondi buchi.

Come i solchi le hanno così dato l’aspetto della celebre zucca di Halloween, così al suo interno arde la stella che l’ha scolpita, come una candela.

Leggi anche: