Nasi rossi sulle renne bianche. Vandalizzato il murales di Natale disegnato da Banksy

Il gesto è stato segnalato dall’account Twitter @IAmBirmingham

Fulmine, Ballerina, Donnola, Freccia, Cometa, Cupido, Saltarello, Lampo e Rodolfo. In Italia i nomi delle renne di Babbo Natale non sono molto diffusi, non quanto nel mondo anglosassone almeno. Una in particolare, Rodolfo, è al centro di una storia scritta nel 1939 da Robert L. May Rudolph the Red-Nosed Reindeer (Rodolfo, la renna dal naso rosso).


Qualcuno ha deciso di ispirarsi a questa leggenda per vandalizzare l’ultima opera di Banksy. Lo street artist ha disegnato sul un muro di Birmingham due renne che trascinano la panchina su cui dorme Ryan, un clochard che vive in strada. Nell’opera di Banksy quindi è Ryan che diventa Babbo Natale, mentre le sue sacche assomigliano ai pacchetti di regali portati dalla slitta.

Nella notte tra il 10 e l’11 dicembre qualcuno ha deciso di aggiungere all’opera di Banksy due nasi rossi. Non è chiaro né chi abbia deciso di modificare il murales e nemmeno il motivo per cui l’abbia fatto. Oltretutto non è nemmeno coerente con la fiaba di Rodolfo. Nella versione originale è solo lui ad avere il naso rosso, una protuberanza così grande e luminosa che è in grado di guidare le altre renne attraverso la nebbia.

Leggi anche: