Brexit, Johnson tira dritto per l’addio all’Ue entro Natale: 20 dicembre il voto alla Camera

«Presenteremo un disegno di legge che assicuri che la Brexit venga completata entro la fine di gennaio. Rifletterà l’accordo concluso con l’UE sul nostro ritiro», ha affermato il portavoce di BoJo

Dopo il trionfo dei Tory alle elezioni, Boris Johnson preme l’acceleratore sulla Brexit. Il portavoce del neoeletto primo ministro ha dichiarato che il governo ha pianificato di avviare il processo in Parlamento prima di Natale. 

«Presenteremo un disegno di legge che assicuri che la Brexit venga completata entro la fine di gennaio. Rifletterà l’accordo concluso con l’Ue sul nostro ritiro», ha affermato il portavoce. 

«Il Primo Ministro – ha proseguito il portavoce – ha chiarito durante la campagna elettorale che avrebbe mirato a un accordo di libero scambio in stile Canada, senza alcun allineamento politico».

L’approvazione finale, il cui esito dovrebbe essere scontato al netto dei nuovi rapporti di forza creatisi alla Camera dei Comuni, che ha visto i conservatori guadagnare sui Labour 80 seggi, è prevista entro la scadenza promessa di uscita dll’Unione Europea del 31 gennaio 2020. 

Boris Johnson dovrà negoziare un nuovo accordo commerciale con l’Unione Europea e riuscirlo a farlo ratificare prima della conclusione del periodo di transizione post Brexit, ossia entro il 31 dicembre 2020.

Leggi anche: