Omicidio Sacchi, Anastasia e Princi spariti per ore: il buco temporale e la bugia alla madre di Luca prima del delitto

I due sono spariti a lungo la sera prima che il personal trainer venisse ucciso

Emergono altri sospetti su Anastasia Kylemnyk e il suo rapporto particolare con Giovanni Princi. Il giorno prima dell’omicidio di Luca Sacchi, la sua fidanzata e il suo ex compagno di scuola sarebbero spariti per diverse ore, come ha raccontato la madre del 24enne nei giorni scorsi agli inquirenti.


Il 22 ottobre scorso, riporta il Messaggero, Tina Galati ha raccontato al Nucleo investigativo dei carabinieri un episodio che allunga nuove ombre sul legame di complicità tra Princi e Anastasia, per i quali ieri 19 dicembre il Riesame ha respinto l’attenuazione delle misure cautelari, mantenendo per la ragazza l’obbligo di firma e per il ragazzo il carcere. «Mi accorsi che Luca aveva preso dalla finestra il cane di Anastasia – racconta la madre di Sacchi – e mi colpì il fatto che la ragazza non mi avesse nemmeno salutata».

Dopo due ore di attesa, Luca spiega a sua madre che «Anastasia era andata a prendere Giovanni Princi, che avrebbero cenato a casa». Le ore passano, la tavola è pronta, ma i due non arrivano ancora a casa Sacchi, nonostante l’abitazione di Princi fosse distante appena dieci minuti in macchina. Ai dubbi della madre su che tipo di rapporto ci fosse tra i due, Luca le risponde: «Guarda che io so quello che faccio».

La signora Galati, quando ormai è mezzanotte, si «disinteressa della cena – dice ancora – salvo alzarmi perché non vedevo Luca che era giù in garage e che mi ha detto che stava ritornando». Anastasia e Princi intanto arrivano, la ragazza bussa e saluta la madre di Luca, spiegandole che il ritardo era dovuto all’arrivo di clienti alla casa vacanze. Un fatto che però la signora Galati ha poi verificato, ma dopo l’omicidio di suo figlio: «Non era vero. I clienti erano arrivati di pomeriggio».

Leggi anche: