La ministra Pisano vuole il “coding” in classe: «Nuova materia dalle elementari»

Si studia l’introduzione della nuova materia, secondo la ministra da introdurre già per gli alunni della scuola primaria

La ministra per l’Innovazione Paola Pisano spera di introdurre tra le materie scolastiche alcune novità come la programmazione informatica, al pari di chimica e matematica. Come aveva già anticipato a Open, la ministra all’Ansa ha raccontato che la trattativa con il ministero dell’Istruzione è in corso, in attesa di conoscere il nome del successore di Lorenzo Fioramonti, che si è dimesso a Natale.

«Ci aspettiamo che nella nostra visione a cinque anni – ha detto la ministra – ci sia questa materia sui banchi di scuola sin dalla prima elementare, esattamente come la chimica e la matematica», così da insegnare sin da piccoli a «costruire siti web e sviluppare applicazioni digitali».

Nei piani della ministra ci sono poi 300 assunzioni di esperti che andranno a rinforzare la struttura del ministero dell’Innovazione, braccio digitale della presidenza del Consiglio. «Nel Milleproroghe è entrato un articolo sulla struttura dell’innovazione che ci permette di assumere 100 esperti. Questo è importantissimo – ha detto Pisano – L’obiettivo è 100 al primo anno, 100 al secondo 100 al terzo».

Leggi anche: