Raid a Baghdad, Esmail Qaani è nuovo capo delle forze Quds dopo l’uccisione di Soleimani

La nomina è arrivata dalla Guida suprema Ali Khamenei

Il nuovo comandante delle forze Quds dei Pasdaran è il generale Esmail Qaani, numero due di Soleimani. A deciderlo è stata la Guida suprema Ali Khamenei, dopo l’uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani. Lo riferisce l’agenzia iraniana Irna.

Qaani è stato nominato dalla guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei. «Dopo il martirio del glorioso generale Qassem Soleimani, ho nominato il generale di brigata Esmail Qaani comandante della Forza Quds dei Guardiani della rivoluzione», ha detto Khamenei in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale.

Qaani, ha sottolineato l’ayatollah, «è uno dei comandanti più decorati” nella guerra contro l’Iraq combattuta tra il 1980 e il 1988. «Gli ordini per la Forza Quds rimandaano esattamente quelli che erano durante il comando del martire Soleimani», ha sottolineato Khamenei, che ha chiesto ai componenti dell’unità speciale «di essere presenti e di collaborare con il generale Qaani», al quale ha augurato «divina prosperità, accettazione e guida».

Leggi anche: