Baghdad, tre razzi esplosi vicino all’ambasciata Usa

A riferirlo sono fonti della sicurezza

Secondo diversi media internazionali, sarebbero tre i razzi caduti in prossimità della missione diplomatica americana, nella Green Zone di Baghdad. Le sirene d’allarme dell’ambasciata sono scattate subito dopo le esplosioni. Non è chiaro se l’attacco, sferrato probabilmente con razzi Katiuscia, abbia provocato vittime.

Lo scorso dicembre l’ambasciata americana era stata presa d’assalto da migliaia di manifestanti, costringendo i diplomatici Usa a evacuare la struttura. La folla aveva reagito ai raid Usa contro diverse strutture della milizia sciita filo-iraniana di Kata’ib Hezbollah, al confine tra Iraq e Siria.

L’attacco degli Stati Uniti, a seguito dei raid iraniani, era solo l’ultima di una serie di azioni che hanno visto un escalation di violenza e tensioni tra i due Paesi, entrambi presenti in Iraq con missioni politiche e militari a seguito dell’invasione Usa del 2003. Questo prima del raid i cui è stato ucciso il generale Soleimani e della conseguente rappresaglia iraniana.

Leggi anche: