Salvini ci riprova, il blitz in un negozio a Modena: «Al civico 38 spacciano» – Il video

«Chiediamo a chi di dovere, alla procura di venire qua a fare un bel controllo in questo negozio», ha detto il leader del Carroccio

Il segretario della Lega continua il suo tour di campagna elettorale in Emilia Romagna. Dopo il blitz di due giorni fa a Bologna, in cui il leader del Carroccio aveva citofonato a un’abitazione della periferia cercando presunti spacciatori ora la sua “battaglia” si è spostata a Modena. «Al civico 38 spacciano, non serve citofonare, l’hanno già chiuso. Ogni volta che posso dare una mano a mamme e persone che denunciano queste cose, io la do. La sinistra invece continua a non farlo nemmeno in Parlamento», ha detto Salvini in piazza a Modena, indicando probabilmente un negozio nelle vicinanze.


«Chiediamo a chi di dovere, alla procura di venire qua a fare un bel controllo in questo negozio perché stando a residenti e commercianti qua dentro si spaccia droga e chi spaccia droga deve stare in galera non a passeggio per Modena», afferma il segretario della Lega. Salvini, in viaggio per l’Emilia Romagna per appoggiare la candidata leghista Lucia Borgonzoni, in vista delle elezioni di domenica 26 gennaio, è finito al centro della polemica per la violazione delle privacy e per aver suonato a diversi campanelli accusando i proprietari di spaccio.

Foto copertina: Un frame del video in cui Salvini citofona a un’abitazione a Bologna

Leggi anche: