Coronavirus, c’è il quarto caso confermato in Francia: «Il paziente è grave»

Saranno circa 250 i cittadini francesi che verranno rimpatriati da Wuhan nel primo aereo in partenza domani mentre oltre 100 cittadini europei di altre nazionalità saliranno sul secondo aeromobile previsto in settimana

È ancora allerta massima per il coronavirus. In Francia è stato appena confermato il quarto caso di contagio, secondo quanto riporta BfmTv. Si tratta di un anziano turista cinese le cui condizioni sarebbero «gravi».

Saranno circa 250 i cittadini francesi che verranno rimpatriati da Wuhan nel primo aereo in partenza domani mentre oltre 100 cittadini europei di altre nazionalità saliranno sul secondo aeromobile previsto in settimana.

Lo comunica la Commissione europea specificando che altre domande di assistenza potrebbero essere inviate dai Paesi nei prossimi giorni. Solamente i cittadini sani o asintomatici, però, saranno autorizzati a viaggiare.

L’Unione europea ha attivato il meccanismo di protezione civile comunitario a seguito della richiesta di assistenza inviata dalla Francia, e per fornire assistenza consolare ai cittadini Ue che si trovano a Wuhan. L’Unione, tra l’altro, cofinanzierà il costo di trasporto degli aeromobili.

In Italia

In Italia, invece, al momento la situazione resta sotto controllo. La Farnesina ha dato il via libera al rimpatrio volontario degli italiani in Cina. «Ci sono ancora procedimenti che devono essere attuati e che non dipendono interamente da noi, ma facciamo il massimo per fare il prima possibile», ha detto il capo dell’Unità di crisi della Farnesina Stefano Verrecchia alla Vita in Diretta su Ra1.

E ha aggiunto che si «è optato per organizzare un trasferimento aereo» anche in collaborazione con altri Paesi europei che si trovano nella stessa situazione. Nessun allarme. «Stiamo seguendo con attenzione l’emergenza coronavirus» ha dichiarato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, interpellato dai cronisti in Transatlantico.

Leggi anche: