Coronavirus, Hong Kong: quarantena per i visitatori dalla Cina

È scattata la quarantena anche per una nave da crociera con 1800 persone a bordo

La governatrice Carrie Lam ha annunciato che tutti i visitatori dalla Cina saranno tenuti a un periodo di quarantena di 14 giorni. La decisione è arrivata dopo giorni di proteste del personale medico per chiudere tutti gli ingressi a Hong Kong dalla Cina. La Lam aveva ridotto a tre i transiti alla frontiera, sostenendo che il blocco sarebbe stato impraticabile e discriminatorio. Intanto sono stati messi in quarantena i 1.800 passeggeri e il personale di bordo di una nave da crociera, la World Dream, dopo che tre dei suoi passeggeri, sbarcati in Cina il 24 gennaio, sono risultati positivi al Coronavirus. La decisione è stata presa dalle autorità portuali di Hong Kong.


Congedo non retribuito

Intanto la Cathay Pacific, compagnia aerea di bandiera di Hong Kong, ha chiesto ai suoi 27mila dipendenti di prendere fino a tre settimane di congedo non retribuito, sempre a causa delle difficoltà legate all’epidemia di coronavirus. «Spero che tutti voi possiate aderire, dal personale di prima linea ai nostri leader senior, in modo da condividere gli oneri delle attuali sfide», ha chiesto il numero uno della compagnia di Hong Kong, Augustus Tang, in un messaggio video postato online.

La situazione

In diversi Paesi del mondo cresce il numero dei contagiati da coronavirus, che sale a oltre 24mila, 493 invece sono i decessi. Aumenta anche il numero di persone dimesse dagli ospedali: 906, stando agli ultimi dati diffusi. In Italia è stata dichiarata l’emergenza sanitaria per sei mesi, sono stati bloccati i voli dalla Cina mentre tre ricercatrici dello Spallanzani di Roma sono riuscite in pochi giorni a isolare il virus.

Leggi anche: