Riparte il calcio, gli esperti del governo “salvano” la stagione: in caso di un positivo, nessun stop

Si allontana il rischio di una frenata improvvisa per la stagione calcistica che riparte di fatto oggi con le semifinali di coppa Italia

Cade una delle regole che più minacciava la ripresa e la prosecuzione del calcio in Italia. Nel caso in cui un giocatore o un membro dello staff dovesse risultare positivo, non scatterà la quarantena per l’intera squadra. Nel giorno in cui il calcio riparte con le semifinali di Coppa Italia, il Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Coronavirus ha accolto la richiesta della Federcalcio, facendo così svanire uno dei dubbi più forti sulla tenuta della stagione.

Con la modifica accolta dal Cts nelle linee guida per la ripartenza dei campionati, nel caso in cui emerga un caso positivo, dalla serie A alla C, il soggetto dovrà andare in isolamento, mentre il resto della squadra sarà sottoposto al tampone per verificare la presenza di contagi. In questo modo la squadra coinvolta non dovrà fermarsi, così come il campionato.

Leggi anche: