Zanardi in coma farmacologico, parla il chirurgo che lo ha operato: «Impossibile escludere ogni ipotesi» – Video

Secondo il neurochirurgo Giuseppe Oliveri più che ottimismo ora serve pazienza, in attesa che sia più chiaro il quadro neurologico dell’ex pilota

È in coma farmacologico Alex Zanardi, dopo l’intervento neurochirurgico di tre ore ieri e una prima notte passata in terapia intensiva. «Le condizioni sono gravi, ma stabili – dice il neurochirurgo Giuseppe Oliveri che lo ha operato – I numeri sono buoni, ma in questo momento neurologicamente non si può valutare». Dopo il primo bollettino medico diffuso questa mattina, Olivieri mantiene la prognosi riservata in attesa di sviluppi: «Essere ottimisti ora non serve a niente, lo curo perché vale la pena che sia curato».


Zanardi è ora intubato e respira con un ventilatore artificiale, il quadro neurologico è ancora «grave», come è stato definito nel primo bollettino, ma è ancora presto secondo Oliveri per immaginare in quale direzione andranno i prossimi sviluppi: «Come sarà la prognosi fra una settimana o 10 giorni non posso saperlo, per questo per ora non facciamo valutazioni in base a questo quadro neurologico. Se le cose vanno bene, sarà risvegliato. L’intervento è andato come doveva andare, era la situazione iniziale già molto grave».

Video Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena

Leggi anche: