Bolsonaro, viaggi trasformati in videochiamate e letto separato dalla moglie: come procede la sua quarantena

I suoi incontri sono stati convertiti in videochiamate e il suo lavoro è stato digitalizzato per intero. Dorme in un’altra camera per non infettare la first lady e sta a decine di metri dai fotoreporter e dai giornalisti quando deve rilasciare interviste o farsi fotografare

Ha minimizzato, ironizzato fino all’ultimo sulla pandemia da Coronavirus in corso, evitato di indossare la mascherina in pubblico e alla fine, Jair Bolsonaro, per una strana legge del contrappasso, ha contratto l’infezione. Dopo mesi trascorsi a ridere sulle regole del distanziamento sociale e sull’uso delle mascherine, il capo di governo del Brasile ha dovuto farei i conti con la storia, che gli si è ritorta contro, tanto che le precauzioni e le misure di contenimento che evitava sono diventate parte della sua vita di clausura questa settimana, nella residenza ufficiale nella capitale Brasilia.

La nuova vita di Bolsonaro

Bolsonaro, 65 anni, ha annunciato martedì di essere risultato positivo al virus e di aver avuto febbre, dolori e malesseri generali. Per cominciare ha annullato un viaggio che aveva pianificato nello stato Piauí nord-orientale e tutti i suoi incontri per la settimana sono stati convertiti in videochiamate. Inoltre, è stato creato un protocollo in modo che il lavoro possa essere digitalizzato per intero.

Uno dei suoi assistenti ha raccontato ad Associated Press che solo alcuni membri dello staff che hanno già affrontato la malattia possono avvicinarsi a Bolsonaro. Sono decine i metri che lo dividono dai fotoreporter che stanziano dall’altra parte del giardino di casa sua, quando il premier deve rilasciare interviste o essere fotografato.

Fonti vicine al leader raccontano che da quando gli è stato diagnosticato il Coronavirus, dorme in un’altra camera da letto per tenere al sicuro la first lady, Michelle Bolsonaro. Nel frattempo, però, continua a vivere tra le stesse mura di casa con lei, sua figlia e la figliastra.

Una quarantena in streaming

Giovedì, Jair Bolsonaro ha tenuto la sua diretta live settimanale su Facebook. Questa volta, però, le cose non sono andate come al solito. Non era infatti accompagnato né da un ministro né da un interprete della lingua dei segni. Ha fatto sapere di stare bene ma, per non infettare nessuno, ha ribadito che resterà in isolamento. «Mi dispiace di non poter interagire con voi qui. Nemmeno la prossima settimana sarà possibile, perché penso che non sarò ancora completamente libero dal virus».

Leggi anche: