Coronavirus, fase 3: spunta l’ipotesi di proroga dello stato di emergenza fino al 31 ottobre invece che dicembre

La settimana entrante dovrebbe arrivare una delibera ad hoc in Consiglio dei ministri, insieme a un decreto legge contenente le misure che accompagneranno la proroga dello stato di emergenza

La notizia arriva da più fonti governative ma la conferma tarda ad arrivare. Pare che Palazzo Chigi in queste ore stia ragionando sulla proroga fino al 31 ottobre dello stato di emergenza per fronteggiare la fase 3 dell’epidemia da Coronavirus. Non più dunque fino 31 dicembre, come era circolato nei giorni scorsi. Ma per il momento si tratta solo di un’ipotesi perché le stesse fonti di governo fanno sapere che nessuna decisione definitiva è ancora stata presa a riguardo.


La conferma potrebbe arrivare nel giro di qualche giorno. Il tema, di interesse generale, sarà inevitabilmente discusso nel corso del prossimo Consiglio dei ministri. Anticipare la scadenza dello stato di emergenza significherebbe però rendere più difficili nel medio termine gli interventi a favore di famiglie e imprese, inghiottite da una crisi economica senza precedenti.

L’esecutivo di Conte è dunque certamente intenzionato a prolungare le misure eccezionali per fronteggiare i vari nodi post emergenza Coronovirus, bisognerà ora capire se per tutto il 2020 o fino a ottobre. Stando a quanto trapelato, la settimana entrante dovrebbe arrivare una delibera ad hoc in Consiglio dei ministri, insieme a un decreto legge contenente le misure che accompagneranno la proroga dello stato di emergenza.

Per ora di certo c’è solo che martedì Palazzo Chigi approverà un nuovo Dpcm per prorogare il pacchetto di provvedimenti – in scadenza, appunto, il 14 luglio – utili a contenere i contagi da Coronavirus, che negli ultimi giorni hanno ripreso a salire. Con tutti i rischi connessi.

Leggi anche: