Coronavirus, lettera aperta di 100 scienziati al governo Usa per il test del vaccino su migliaia di volontari

La lettera è stata firmata anche da oltre 30mila possibili, futuri volontari di 140 diversi Paesi

Volontari sani infettati con il Coronavirus. Si chiama Human challenge trial, anche detto “l’esperimento”. Un progetto spinto da cento scienziati, tra cui 15 Nobel. Obiettivo: sollecitare nuovi test contro il Covid-19. In una lettera aperta al direttore del National Institute of Health degli Usa Francis Collins, gli esperti sostengono che l’approccio è efficace perché dà rapidamente una risposta sulla capacità del vaccino di prevenire la malattia.

Pubblicata dall’organizzazione 1 Day Sooner, che sostiene questo tipo di trial, la lettera è stata firmata anche da oltre 30 mila possibili, futuri volontari di 140 diversi Paesi. Intanto, dopo il vertice con gli altri ministri della Salute europei, Roberto Speranza ha fatto sapere di essere al lavoro sull’individuazione di condizioni contrattuali con le multinazionali perché «se il vaccino arriva possiamo metterlo immediatamente a disposizione della comunità».

«Il mondo scientifico sta facendo un lavoro come mai prima a livello internazionale – ha puntualizzato il ministro -, una ricerca che brucia le tappe e noi vogliamo essere pronti come Italia a stare in questa partita decisiva, perché finché non c’è il vaccino dovremo convivere col virus e le limitazioni».

Leggi anche: