Alex Zanardi trasferito nel reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano: condizioni instabili

Zanardi era stato trasferito il 21 luglio in un centro specialistico di neuro-riabilitazione. «È incredibile l’energia di quell’uomo, ha una forza straordinaria» aveva detto il figlio Niccolò

Alex Zanardi è stato trasferito oggi, 24 luglio, nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Raffaele di Milano, «a fronte di un’intercorsa instabilità delle condizioni cliniche». Lo comunica Claudio Zanon, direttore sanitario dell’ospedale Valduce di Como, che ha anche spiegato che «non verranno rilasciate ulteriori informazioni sul caso». Il campione paralimpico era stato trasferito il 21 luglio scorso dall’ospedale di Siena a una struttura di riabilitazione dopo che i medici avevano ridotto la sedazione fino a sospenderla.


Nell’ospedale di Siena, invece, è rimasto per oltre un mese, dopo essere rimasto vittima di un incidente stradale a bordo della sua handbike il 19 giugno scorso. Tre gli interventi chirurgici a cui è stato sottoposto. «È incredibile l’energia di quell’uomo, ha una forza straordinaria», aveva detto il figlio Niccolò in un’intervista al Corriere della Sera.

«In questo momento lui è davanti all’Himalaya. Non possiamo essere stupidamente ottimisti e avere ora la certezza che arriverà in cima, ma non possiamo nemmeno essere preventivamente disfattisti e dirci sicuri che non ce la farà», queste invece le parole, rilasciate sempre al quotidiano milanese, di Franco Molteni, responsabile del Dipartimento di Riabilitazione specialistica Villa Beretta, struttura afferente all’ospedale Valduce.

Foto in copertina: ANSA / MATTEO BAZZI

Leggi anche: