Coronavirus, il focolaio di Porto Rotondo. Parlano i figli di Alemanno e di Perego: «Abbiamo fatto il tampone»

I ragazzi che hanno un legame con la serata in Sardegna e che hanno contratto il Coronavirus sono adesso una quindicina. Negativo il figlio dell’ex sindaco di Roma

Si trovavano tutti nella stessa discoteca, il Country Club di Porto Rotondo, in Sardegna. Dietro alla console, il 9 agosto, il dj popolare tra i “regà” di Roma Nord, Lorenzo Palazzi. Da quando si è diffusa la notizia che l’artista è risultato positivo al Coronavirus l’allarme è divampato nelle chat di Whatsapp dei ragazzi che, dalla Capitale, si trovavano in Sardegna per la serata-evento “Blackhole”. Tra loro, anche Manfredi Alemanno, figlio dell’ex sindaco di Roma, e Riccardo Carnevale, figlio della conduttrice Paola Perego.


Nella corsa per sottoporsi al tampone ci sono finiti anche loro. Dopo quattro giorni di attesa, Carnevale è riuscito a effettuare il test: «Volevo comunicare a tutti i veggenti, scienziati, professori, che ho effettuato il tampone due ore fa: consiglio quindi a tutti i buffoni da tastiera che mettono in giro notizie false di informarsi prima di parlare e smettere di giocare al telefono senza fili», ha scritto polemicamente sui social. E intanto sua madre si dice «in ansia: non posso vederlo».

Perego difende l’operato di suo figlio e critica le scelte del governo: «Di certo non sono i ragazzi ad aver diffuso il virus. Le persone sono confuse. Ora devi indossare la mascherina ma dopo le 18, perché? Prima non succede nulla? E come mai i locali all’aperto fino a qualche giorno fa parevano sicuri e adesso no? Se fossero così irresponsabili – dice in riferimento ai ragazzi che hanno partecipato alla serata a Porto Rotondo -, non avendo sintomi, avrebbero potuto fregarsene invece si sono autodenunciati».

Visualizza questo post su Instagram

Back on track! Tonight Sardinia ✌🏻#blackhole

Un post condiviso da Riccardo Carnevale (@ric_carnevale) in data:

Intanto, i ragazzi a cui è stata diagnosticata l’infezione da Coronavirus e che hanno avuto a che fare con la serata nella discoteca sarda sono diventati una quindicina. Manfredi Alemanno, che ha avuto il risultato del tampone, è negativo al Sars-CoV-2. Anche lui dedica ai social un sfogo su quanto accaduto: «Appena appreso il rischio del potenziale contagio ho effettuato un primo tampone, risultato negativo, e successivamente un secondo che ha confermato l’esito negativo dopo 5 giorni», spiega il figlio di Gianni e Isabella Rauti.

«In seguito a quanto accaduto, abbiamo deciso tutti responsabilmente di fare il tampone». Poi accusa chi individua nella movida la colpa della ripresa dei contagi nel Paese: «Cercare un episodio zero in Sardegna è assurdo e pretestuoso considerata l’affluenza nei vari locali, spiagge e ristoranti della Costa Smeralda e mi permetto di dire di tutta Italia».

Foto di copertina: Instagram | Madre di Alemanno

Leggi anche: