Coronavirus, cinque giorni di chiusura per lo Zoomarine di Pomezia: «Non ha rispettato le norme anti Covid»

A centinaia sugli spalti, senza distanziamento né mascherine. Disposta la chiusura dal 24 al 28 agosto

Cinque giorni di stop, dal 24 al 28 agosto, per «mancato rispetto delle norme anti-Covid». Il parco acquatico Zoomarine di Pomezia viene chiuso al pubblico, dopo le immagini diffuse sul web di centinaia di spettatori affollati sugli spalti e senza mascherine.


Open ne aveva parlato pochi giorni fa. Gli assembramenti per guardare lo spettacolo dei delfini allo Zoomarine vicino Roma avevano ben poche differenze con quelli tanto, e giustamente, criticati delle discoteche. Le immagini diffuse dal sito Nonelaradio.it avevano fatto presto il giro del web destando non poca irritazione da parte degli utenti.

Oggi l’ordinanza della polizia locale ha rilevato che «nell’area destinata allo spettacolo dei delfini non venivano adottate misure di riorganizzazione degli spazi sufficienti a evitare l’assembramento di persone», si legge nel test. Tra le altre cose, si sottolinea la totale assenza di mantenimento «della distanza di almeno un metro di separazione tra gli spettatori». Dalla notifica del provvedimento, si attende ora l’annuncio ufficiale al pubblico della chiusura anche da parte della struttura di Pomezia.

Foto in copertina: Facebook

Leggi anche: