Usa 2020, Melania Trump alla convention repubblicana: «Non attacco i dem per non dividere il Paese» – Video

Mentre nel Wisconsin si assiste ad altre proteste antirazziste, la first lady ha detto basta agli scontri: «Riflettiamo sugli errori del passato»

Trump difensore della libertà religiosa e promotore del bene dell’America. Nella seconda serata della convention repubblicana gli interventi hanno strizzato l’occhio alla base evangelica e conservatrice dell’elettorato. Ma a rubare la scena su tutti è stata la first lady Melania Trump. Il suo discorso pacato e misurato non è stato rivolto ai rivali, da Biden a tutto l’establishment democratico, perché farlo avrebbe significato «dividere il Paese». Per Melania Trump – che ha parlato dal Rose Garden della Casa Bianca – «Donald vuole solo il bene del Paese».


La first lady punta a un messaggio di unità: «Mio marito Donald Trump si batte per voi, a prescindere da quello che dicono i media. Mio marito non è un politico tradizionale, gli piace agire. È una persona autentica, ci tiene, ha a cuore il futuro dell’America», assicura l’ex modella di origini slovene. Poi nelle ore in cui in Wisconsin si assiste a proteste antirazziste per Jacob Blake, quelle contro una polizia sempre più violenta, Melania dice basta agli scontri, ai disordini e ai vandalismi in nome della giustizia: «Invece di buttare giù le cose riflettiamo sugli errori del passato», afferma riferendosi alla ormai nota guerra contro le statue simbolo di un passato colonialista e schiavista. Alla fine l’ovazione dei presenti e il presidente che, visibilmente commosso, si alza e va a baciare la first lady.

Foto copertina: EPA/MICHAEL REYNOLDS

Leggi anche: