Recovery Fund, ecco le anticipazioni della bozza con le linee guida del governo

Spazio all’innovazione digitale, a scuola e università, mobilità sostenibile, verde, equità e salute: l’intero documento sarà pubblicato domani, 9 settembre

«Linee guida per la definizione del Piano nazionale di ripresa e resilienza». Si chiama così il testo di indirizzo delle risorse che arriveranno dall’Unione europea all’Italia per reagire all’emergenza economica innescata dal Coronavirus. I 209 miliardi di euro del Recovery Fund, ribattezzato Next Generation Eu, saranno investiti per portare il Paese a un raddoppio del tasso di crescita e a 10 punti percentuali in più del tasso di occupazione.

Stando a quanto scrive la Repubblica, sarebbero sei i “cluster di intervento” individuati dal governo: digitalizzazione e innovazione; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per la mobilità sostenibile; istruzione, formazione e ricerca; equità, inclusione sociale e territoriale e salute. Sei macroaree, dunque, per 30 pagine di documento e 28 slide.

Nella bozza, ampio spazio sarebbe dedicato anche all’entità degli investimenti pubblici, i quali dovranno arrivare «ampiamente sopra il 3% del Pil». Si parla anche di «revisione delle concessioni» al fine di migliorare «qualità dei servizi, costi e investimenti». Semplificazione fiscale, contrasto all’evasione e sviluppo delle banche dati sono altri elementi che compaiono nel testo. «Tutelare i lavoratori vulnerabili, garantendo salari dignitosi», è un altro degli obiettivi segnalati nel documento.

Leggi anche: