Coronavirus, in Francia i nuovi contagi superano ancora quota 10mila in 24 ore. Il tasso di positività è oltre il 6%

Dopo una diminuzione nei nuovi positivi registrata ieri, i contagi nel Paese sono tornati a salire. Anche i morti sono in aumento

Non smette di preoccupare l’andamento della pandemia di Coronavirus in Francia. Dopo il fine settimana a cifre più basse, i nuovi positivi sono tornati sopra quota 10mila dopo che ieri i casi erano stati 5.298. Ma dalla scorsa settimana ormai i casi quotidiani sono quasi sempre a cinque cifre. Il 19 settembre il Paese ha registrato il picco più alto dall’inizio della pandemia con oltre 13mila casi in 24 ore.


I casi da ieri invece sono stati 10.008. Il ministero della Salute, inoltre, ha registrato una crescita del tasso di positività dei test, salito per la prima volta sopra il 6%, oltre quindi la soglia del 5% che secondo l’Oms sarebbe il limite massimo oltre il quale non bisognerebbe andare. L’epidemia si fa sentire anche per il numero totale di decessi – 68 in più di ieri, per un totale di 31.416 e di ricoveri, 141 nelle ultime 24 ore, con 13 pazienti in rianimazione.

Dopo Nizza e Marsiglia, nuove restrizioni in arrivo a Lione

Il governo francese ha cercato di correre ai ripari, annunciando l’allerta rossa in 42 dipartimenti lo scorso 11 settembre, estesa ieri a 50 dipartimenti, in modo tale da permettere alle autorità locali di introdurre nuove misure restrittive e far scendere i contagi, anche se per il momento i risultati stentano ad arrivare.

Dopo Bordeaux, Marsiglia e Nizza, anche Lione – la terza città più popolosa del Paese, dove le terapie intensive sono attualmente occupate al 25% – affronterà da venerdì un nuovo periodo di semi-lockdown. La vendita e il consumo di alcolici sarà interdetto dopo le 20 e sarà permesso ai bar e ai ristoranti servire i clienti soltanto ai tavoli.

Leggi anche: