Il razzismo spiegato da Barbie e Nikki: «Il discorso non è facile, ma è necessario» – Il video

La coppia di bambole della Mattel, in poco meno di tre minuti, spiega i privilegi dei bianchi e mostra l’importanza di riconoscere le ingiustizie subite dalle vittime di discriminazione

Tre minuti e la bambola più famosa del mondo spiega su YouTube il significato della parola razzismo. Una stanza rosa, l’animazione dell’amata ragazza bionda e accanto a lei l’amica Nikki, ospite a sorpresa del vlog seguitissimo. «Milioni di persone in tutto il mondo stanno facendo sentire la loro voce per combattere il razzismo. Nikki è insieme a me per parlare di questo e per raccontare la sua personale esperienza». A cominciare è Barbie, con un chiaro riferimento alla battaglia per i diritti civili del Black Lives Matter americano. La coppia di bambole prosegue così nello snocciolare i privilegi dei bianchi, i pregiudizi legati al colore della pelle fino all’importanza di riconoscere le ingiustizie subìte dalle vittime di discriminazione.


Nel video Nikki racconta a Barbie diversi casi in cui è stata giudicata male solo perché nera: «Barbie e io abbiamo fatto un concorso per la vendita di adesivi sulla spiaggia il mese scorso. Ci siamo separate e siamo andate in direzioni diverse per vedere chi riusciva a venderne di più. Mentre ero sul lungomare, la sicurezza della spiaggia mi ha fermato tre volte. Pensavano che stessi facendo qualcosa di brutto, anche se stavo facendo esattamente la stessa cosa facevi tu».

Sbarcata su YouTube nel 2015, la bambola della Mattel ha già affrontato temi molto impegnativi perché «nessuno è mai troppo giovane per farsi un’opinione». Dal razzismo alla salute mentale, il “fantastico mondo” di Barbie è riuscito spesso a farsi portavoce di argomenti attuali con la semplicità di un racconto aperto a tutti. È così che Nikki racconta di essere stata sottovalutata da un professore, convinto che fosse riuscita a superare un test di ammissione soltanto perché «fortunata». E quando Barbie chiede alla sua amica perché non abbia insistito per dimostrare al prof che si stava sbagliando, Nikki replica: «Non voglio dover dimostrare continuamente agli altri cosa sono capace di fare».

Video: Barbie Italiano / YouTube

Leggi anche: