Finanziamenti libici, Nicolas Sarkozy indagato per associazione a delinquere

Nel 2018, era già stato indagato per corruzione e occultamento di appropriazione indebita di fondi pubblici per la stessa vicenda

Un’altra vicenda giudiziaria si abbatte sull’ex presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy. Come ha confermato l’Ufficio del procuratore finanziario nazionale francese, Sarkozy è indagato per associazione a delinquere nel quadro dei presunti finanziamenti libici della sua campagna per le presidenziali del 2007 che lo vide trionfare contro la candidata del centrosinistra, Ségolène Royal. L’annuncio arriva al termine di quattro giorni di udienze e un interrogatorio-fiume di oltre quaranta ore finito lunedì. Sarkozy ha sempre dichiarato la sua innocenza. In precedenza, nel marzo del 2018, per la stessa vicenda l’ex presidente era già stato indagato per corruzione, occultamento di appropriazione indebita di fondi pubblici libici e finanziamento illecito della campagna elettorale.


Articolo in aggiornamento

Leggi anche: