Coronavirus, la virologa Capua sulla cura di Trump: «Gli anticorpi monoclonali sono costati un milione di euro, non sono per tutti»

Il presidente uscente «è stato capace di dare il peggior esempio possibile». Gli anticorpi monoclonali, usati per farlo guarire, sono dei «missili che si producono in piccolissime quantità». Una cura per ricchi

La virologa Ilaria Capua, direttrice dell’One Health Center dell’università della Florida, ospite su Radio Uno a Un giorno da pecora, ha spiegato che Donald Trump è guarito così velocemente dal Coronavirus «perché ha avuto un trattamento da superman, tipo criptonite». Il presidente «è stato capace di dare il peggior esempio possibile».


«Medicina costosissima, è una cura da presidente»

A lui è stata fatta «una dose sostanziosa di anticorpo monoclonale, che è un missile terra-aria. Blocca il virus quando sta entrando nel sangue e quindi non riesce a provocare malattia. Solo che questa medicina non è per tutti. È costosissima. La cura di Trump sarà costata forse un milione di euro. È una cura da presidente», ha spiegato.

«Gli hanno fatto una dose da cavallo»

«Gli anticorpi monoclonali – ha aggiunto – sono dei missili che si producono in piccolissime quantità. E per funzionare devono essere super concentrati. A Trump hanno fatto una dose “da pecora”, per non dire “da cavallo”. Quindi è riuscito a fare l’ultima parte della campagna elettorale ridicolizzando il virus. Le persone che gli credono, e sono tante, hanno visto il loro presidente così spavaldo. Ma non vale», ha tuonato Ilaria Capua secondo cui gli anticorpi monoclonali «sono terapie super speciali. È illusorio pensare che questa cura possa arrivare a tutte le persone in pochi mesi».

Foto in copertina di repertorio: EPA/AL DRAGO

Leggi anche: