Da Spadafora «sciacallo» a de Magistris «nullità»: De Luca contro tutti. E sugli ispettori in Campania dice: «Una cialtronata» – Il video

Il presidente della Regione: «I numeri migliorano, ma non per merito del governo. Noi zona rossa? Al massimo rosé»

Vincenzo De Luca ne ha per tutti. Il governatore della Campania, in un video postato su Facebook, dopo avere sfidato chiunque critichi la gestione della sanità a confrontarsi con lui in un dibattito pubblico, ha detto:


Sono arrivati degli ispettori in Campania, un’altra cialtronata tutta propagandistica, che serviva, come la zona rossa, a parare l’onda di sciacallaggio politico mediatico. Bisognava far finta di mettere qualcosa insieme e ancora oggi la regione non è a conoscenza delle relazioni degli ispettori. Sono sui giornali ma noi non ne siano stati informati.

Quindi De Luca ha attaccato frontalmente i ministri Vincenzo Spadafora, Alfonso Bonafede e Luigi Di Maio.

Due settimane fa ho parlato con il presidente del Consiglio perché un ministro del suo governo, tale Spadafora, si era permesso di fare osservazioni assolutamente scorrette nei confronti della Regione Campania. Un piccolo atto di sciacallaggio», ha detto il governatore, «dopodiché abbiamo ascoltato altre affermazioni assolutamente idiote da parte di un altro sedicente ministro, tale Bonafede, conosciuto nell’ambiente come “ministro Bonanotte”, ministro assolutamente improbabile. Poi è intervenuto niente di meno che un nostro illustre concittadino, tale Di Maio, che ha detto tante di quelle bestialità che sono davvero intollerabili.

E il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris? De Luca non lo ha risparmiato, pur evitando di nominarlo direttamente:

Ho ascoltato in questi giorni gli appelli a non litigare. Qui in Campania nessuno sta litigando, la Regione è concentrata sul lavoro. Soltanto a Napoli c’è un imbecille che litiga da solo, cerca di fare sciacallaggio per farsi pubblicità, nascondere la sua nullità amministrativa e il fatto che non ha mosso un dito per dare una mano a contrastare il contagio.

Parlando della situazione epidemiologica in Campania, De Luca ha detto:

Ma quale zona rossa, è stato giusto chiuso qualche negozio. In Campania abbiamo istituito non la zona rossa ma una zona rosé. Nell’ultima settimana abbiamo abbassato il tasso dei positivi dal 16 al 15%. La curva discende, ma ovviamente il governo non c’entra niente, c’entrano le misure che abbiamo preso noi nelle scorse settimane.

Video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Leggi anche: