Nel Regno Unito il lockdown nazionale finisce il 2 dicembre e non sarà prorogato. Zone rosse solo a livello locale – Il video

di Redazione

Negozi, palestre, pub e ristoranti riapriranno a partire dal giorno successivo, ma solo in alcune regioni. L’annuncio del premier Boris Johnson

Riapertura dei negozi, delle palestre, dei ristoranti e dei pub, ma con coprifuoco alle 22 per gli ultimi ordini, esteso alle 23 per le consumazioni già servite. Sono alcune delle misure destinate a entrare in vigore nel Regno Unito a partire dal prossimo 3 dicembre, nelle regioni meno colpite dal Covid-19. Il premier Boris Johnson ha infatti annunciato che il lockdown nazionale non verrà prorogato: non si tornerà allo status quo pre-Coronavirus, ma si passerà piuttosto a un approccio per zone, in base alla diffusione dell’infezione.


Johnson, intervenendo alla Camera dei Comuni in videoconferenza, ha sottolineato come l’incremento dei contagi sia ora in frenata, ma ha avvertito che l’emergenza non è ancora alle spalle. Pertanto le restrizioni torneranno a essere graduate sul territorio secondo tre livelli di allerta. In tutto il Regno Unito, in ogni caso, ci sarà un allentamento più ampio in occasione delle festività di Natale. Un regime di maggiore libertà, dunque di maggior rischio, che durerà complessivamente cinque giorni.


Johnson ottimista sul vaccino

Johnson ha poi parlato dei vaccini in sperimentazione, dicendosi ottimista: «La cavalleria della scienza» sta arrivando e «nei nostri cuori sappiamo che in primavera avremo successo», ha detto, facendo riferimento ai progressi degli ultimi giorni (in particolare con gli annunci di oggi sul prototipo britannico Oxford/Astrazeneca) e ai programmi sulla promessa estensione dei test a livello di massa nel Regno, ribadendo tuttavia che «non siamo ancora» al traguardo finale.

Video: Facebook / Boris Johnson

Leggi anche: